Warning: array_merge(): Expected parameter 2 to be an array, bool given in /web/htdocs/www.vivereperraccontarla.com/home/wp-content/plugins/instagram-feed/inc/if-functions.php on line 720
Economia domestica: i modi più efficaci per diminuire consumi e spese  

Economia domestica: i modi più efficaci per diminuire consumi e spese  

di Francesca

Quali sono i metodi più efficaci per diminuire consumi e spese?

Fare attenzione ai consumi di energia e gas in casa è indispensabile per non ritrovarsi a dover pagare bollette dagli importi eccessivamente alti.

Come bisogna agire per riuscire a ridurli in maniera efficace, senza cambiare troppo le proprie abitudini? Ecco qualche consiglio che si rivelerà sicuramente utile nella vita di tutti i giorni.

Tagliare i consumi in cucina

Prima di tutto per riuscire a tagliare le spese bisogna avere piena consapevolezza dei propri consumi e delle abitudini errate in quanto poco convenienti in questo senso.

Il coperchio

Si pensi, ad esempio, all’uso del coperchio, che consente di ridurre di molto i tempi di cottura di alcuni alimenti in padella e in pentola.

Non usarlo sistematicamente avrà un certo peso sui consumi, dando luogo a uno spreco che si potrebbe invece facilmente evitare.

Il forno

Un’altra grande fonte di spreco è il forno, se non utilizzato in maniera saggia!

I forni moderni, per esempio, non necessitano della fase del preriscaldamento, in quanto raggiungono una temperatura ottimale anche dopo pochissimi minuti dall’accensione.

Quindi si può tranquillamente ignorare questo passaggio presente in molte ricette.

Inoltre, mai accendere il forno per riscaldare pietanze che si possono scaldare in microonde o in padella con tempi decisamente minori.

Occhio agli elettrodomestici: quanto sono efficienti?

La qualità degli elettrodomestici presenti in casa ha un peso non indifferente sul livello di consumi e dunque di spesa da sostenere.

Quante volte acquistiamo dispositivi di bassa qualità pensando solo ed esclusivamente a risparmiare sul prezzo?

La caratteristica più importante da prendere in considerazione, invece, è la classe energetica: quelli con classe più elevata saranno più efficienti e anche migliori in ottica di sostenibilità ambientale, motivo per cui sarebbe meglio preferirli a quelli economici e poco funzionali in questo senso.

Sempre riguardo alla riduzione dell’impronta ambientale, sarebbe bene anche valutare il grado di sostenibilità del proprio fornitore.

Se si sta considerando di passare a un altro gestore, la mossa più intelligente in termini di spesa e di sostenibilità consiste nel preferire uno green e che proponga un’offerta dual fuel che, come viene spiegato nella guida sul contratto di luce e gas di Vivigas, permette di gestire meglio il tutto e risparmiare sfruttando solo fonti rinnovabili.

Standby? No, grazie

Molti apparecchi che non utilizziamo spesso restano in modalità standby per tantissimo tempo, sprecando energia inutilmente.

Se non si ha davvero bisogno del pc o di dispositivi come radio, tv e console di videogiochi, quindi, è sempre meglio spegnerli completamente invece di tenerli con la spia rossa accesa.

Per quanto possa sembrare trascurabile il consumo legato allo standby a breve termine, infatti, questo diventa importante se si considera un periodo di un anno o più.

Le luci accese

Lo stesso discorso naturalmente vale per le luci accese quando non strettamente necessarie; in questo caso specifico, la soluzione migliore è installare dei sensori di movimento in ambienti come bagno e corridoio, ad esempio, per evitare che restino accese a lungo inutilmente a causa di dimenticanze.

 

Potrebbe interessarti