Vivere Per Raccontarla

#Dieta

Giorno 24 – F2 – Giornata di sgarri!

Oggi a Milano c’è stato il diluvio universale, ho preso tanta acqua, tantissima.

Stasera mi sento così così. Anzi, diciamola tutta: mi sento una chiavica. Tra poco, poi, devo uscire a cena e non mi sento proprio in forma. Uscire a pranzo e cena quando ci si trova in fase 1 e fase 2 è veramente complicato e avevo sempre cercato di evitarlo prima d’oggi.

Nella fase 3 invece è tutto più fattibile, perché non solo si possono condire gli alimenti e non si rischia nulla quando i ristoratori ti portano tutto unto e bisunto giurandoti di non aver messo nemmeno un filo di olio, ma anche perché si ha molta più scelta e io, pur di non sgarrare, se esco, va a finire che mangio male e comunque meno del previsto.

Stamattina sono riuscita a portare Giulia e Vittoria a scuola giusto in tempo, circa 3 minuti prima che si scatenasse l’inferno e scendesse il muro d’acqua sotto il quale siamo rimasti tutto il giorno. Poi finalmente un po’ di tempo a casa, nel silenzio e nella pace, per recuperare con qualche post che avevo in arretrato.

Per colazione, ormai mi ci sono proprio abituata e quasi le trovo buone, ho mangiato 3 uova (solo albume) sbattute con un “bel” frullato di acqua, cetriolo, lime e zenzero. A metà mattinata chiaramente non ho dimenticato il mio uovo sodo (solo albume).

Per pranzo invece avevo appuntamento con Daniela (Daniela Pellegrini, donna eccezionale, con una vita e un trascorso appassionante, Life Coach, anche esperta in Space cleaning, decluttering -gestione degli spazi-, nonché parte della grande famiglia di Chizzocute con il suo blog Amo il Mio Spazio). Inutile dirvi che non ha perso occasione per prendermi in giro, ironizzare sulla mia insalata sfigatina e sul mio caffè di cicoria (sono riuscita a farglielo assaggiare!!!). Ha comunque provato il latte di mandorla e non lo ha trovato così schifoso!

Purtroppo, nonostante io abbia abbondantemente rotto le palle alla cameriera, scomodando persino il cuoco che deve avermi odiata, non sono riuscita a rispettare moltissimo la dieta, pur avendo fatto del mio meglio (oltre che la fame, in questa dieta si mangia tantissimo). Spero di aver limitato i danni. Oggi a pranzo avrei dovuto mangiare 170 gr di pesce o 120 di pollo, oppure 3 albumi sodi. Il tutto con accompagnamento di verdure, e non tutte le verdure (quindi no mais, no carote, no pomodori, ovvero TUTTO quello che c’era nella mia insalata 🙂 ).

Siamo state in un posto perfetto per la dieta quando ci si trova in fase 3, già che offrivano sia i fiocchi di avena che il latte di mandorla, però, come vi ho detto, la fase 2 penalizza parecchio.

Così, visto che avevo già rotto abbastanza le palle chiedendo del tonno al posto della bresaola e di non mettermi mais, ho pensato di glissare sul resto sperando di non combinare troppi danni. Ho mangiato una miserissima insalatina piena zeppa delle cose che non avrei dovuto mangiare (pomodori e carote, appunto) e con del tonno che sarà stato sì e no 30 grammi e di certo non al naturale. Ho rimediato condendo il tutto solo con limone e lumando parecchio l’insalata di Daniela che, nonostante avesse la bresaola, poteva essere inondata a piacere di olio e aceto balsamico….e di gomasio (che a Daniela è piace poco, ma che io adoro!).

Intanto fuori dal bar dove abbiamo pranzato scendeva ancora moltissima pioggia e tirava un vento spaventoso. Quando ci siamo salutate ho fatto appena in tempo per ripassare da casa a prendere due giacche pesanti per le bimbe, prima di correre a prenderle a scuola.

Prima di uscire ho preso al volo dal frigo l’altro albume pronto da stamattina. Mentre ora, mentre vi scrivo, guardo l’orologio e mi sento male. Mancano almeno due ore e mezza alla cena e mi sto autodigerendo. Sto male dalla fame. Già la fase 2 non è delle migliori, se poi mangio anche meno del dovuto a pranzo, per ora di cena mi ritrovo decomposta.

Non so ancora dove cenerò, ma chiaramente le scelte non saranno infinite: pesce o carne senza alcun condimento e con 7 kg di insalata e verdure accanto per riempirmi in qualche modo. Mi dico che domani andrà meglio 🙂 e poi, finalmente, venerdì è dietro l’angolo e questa volta anche il 27 di settembre!

Buona serata e un abbraccio a tutti voi!

Leggi anche:

Ultimi 3 giorni della Dieta del Supermetabolismo

Come intraprendere la dieta del Supermetabolismo

Quali sono i primi passi per iniziare la Dieta del Supermetabolismo

Le regole base per ottenere un Supermetabolismo

Prima settimana di dieta del Supermetabolismo andata: -2,4 KG

Francesca Guatteri

L'autore

Francesca Guatteri

Pubblica un commento