21 – E oggi?

di Francesca

Se non hai ancora letto la mia storia fai un passo indietro e inizia dal capitolo 1 .

 

Mia nonna Lidya oggi vive a Roma da qualche anno.

Antonio, suo marito, è scomparso nel 2004, quando ancora vivevano a Margarita.

Per i suoi 90 anni (2015) mia cugina ed io siamo riuscite ad organizzare una festa di compleanno a sorpresa insieme ai suoi 6 bisnipoti, i suoi figli, le mie e quelli di mio fratello.

Mio padre non c’è più, una brutta malattia se l’è portato via nel 2005. Mi manca tantissimo, in ogni giorno della mia vita, ma lo sento con me e questo mi riempie il cuore.
Mio fratello Gianluca è la mia stella, da qualche mese si è trasferito in Bahrain, è un grande uomo ed oggi è un bravissimo ortopedico specializzato in chirurgia protesica, ha avuto due meravigliosi ragazzi: Tommaso e Marta.
Tommaso è nato il 3 ottobre, 9 anni prima, lo stesso giorno delle mie bambine.
Sono la mia luce e come figli per noi.
Qualche anno fa Gianluca ha scoperto di avere un fratello grazie a Facebook (e poi dicono che i social allontanino), il figlio che il primo marito di mia madre aveva avuto 3 anni dopo la sua nascita con un’altra donna.
Si chiama Daniele, vive a Roma con una bellissima e simpaticissima ragazza, è un persona adorabile e si somigliano un sacco!
Mia madre e mia zia, per fortuna, hanno smesso di andare in Venezuela, dove ormai la situazione è precipitata.
Oggi mia madre è una signora divertente e iperattiva che dedica ogni sua attenzione ai suoi 4 cani, ai suoi 2 gatti, al suo giardino e ai suoi 4 nipoti (l’ordine non è casuale).
E’ la mia roccia e senza di lei mi sentirei perduta.
Mia cugina Lilly si è sposata con Claudio e ha avuto due bei bambini, ormai uomini: Alessandro e Leonardo e vive a Roma.
Io sono rimasta molto legata al mio paese natale e dal 1992 al 2010 non ho mai smesso di tornarci, da universitaria anche per lunghi periodi.
Mio cugino Arturo purtroppo non c’è più e lo ricordiamo tutti con grandissimo affetto.
Mia cugina Gaia pochi anni dopo essere rientrata in Italia ha avuto un fratello, mio cugino Lapo, che ormai è un armadio a 4 ante e ha più di 20 anni.
Gaia è andata a vivere con Luca e hanno avuto due bambini deliziosi che si chiamano Ginevra e Federico.
Mio zio Fabiano (Pano) e mia zia Andreina vivono a Milano e tengono unita la famiglia organizzando delle super cene.
Mio zio è super attivo, ormai un punto di riferimento riconosciuto nel mondo dell’eno-gastronomia italiana, scrive senza sosta libri e collabora con diverse testate.
Quanto a me, scomparso mio padre, ho sentito un gran bisogno di famiglia e stabilità e in meno di 5 anni mi sono fidanzata con Luigi, laureata, sposata e sono diventata mamma.
Nel 2012 sono arrivate Giulia e Vittoria, da allora ho imparato ad amare Milano, pur avendo un bisogno profondo di viaggiare spesso, sempre a caccia di nuove mete da esplorare.
Lavoro nell’ambito della comunicazione, digitale e non, impazzisco per i social e ho aperto due blog, questo e Mamme Gemelle, sulla maternità gemellare, insieme a due amiche, anche loro mamme di gemelli.
Negli ultimi anni, insieme alla mia amica e socia Luisa Ambrosini, fondatrice del blog Tacchi e Pentole, ho realizzato un format che si chiama A Casa di Fra
Come a molti il coronavirus ci ha messo un po’ i bastoni tra le ruote ma noi non ci arrendiamo e siamo certe che presto torneremo più forti e attive di prima.
Oggi MammeGemelle non esiste più perché tutte e tre eravamo troppo prese dai nostri rispettivi lavori, ma è rimasta una grande amicizia e stima reciproca.
Nel 2020, in piena pandemia globale, mia figlia Vittoria si è ammalata di diabete mellito di tipo 1.
E’ stata una doccia fredda, anzi ghiacciata, ma siamo una famiglia tosta e impariamo a conviverci, facendo del nostro meglio.
E il Venezuela… bè, è stato il regalo più grande che la vita (e i miei genitori) potessero farmi. Oggi in molti portiamo quel paese nel cuore e nei ricordi, anche se non esiste più. Non ci metto piede dal 2010 e non passa giorno in cui io non speri di poter tornarci, per mostrare alle mie bambine dove è nata e vissuta la loro mamma.
 Grazie per aver letto la mia storia e per essere arrivato fin qui!

1044833_10151821992343474_1309742449_n
Per la sua festa a sorpresa mia nonna si è commossa ascoltando Alma Llanera e ha soffiato su 108 candeline (la mia famiglia a quanto pare compie gli anni tra il 3 e il 4 di ottobre e così avevamo da festeggiare i suoi 90, i 12 di mio nipote, e i 3 di ciascuna delle mie bimbe).

Potrebbe interessarti