Vivere Per Raccontarla

#Food & Travel

Autogrill ha a cuore i suoi dipendenti. E lo dimostra.

Sono stata al kid’s day organizzato da Autogrill e ve lo racconto!

Che bello quando un’azienda ha a cuore il benessere dei propri dipendenti.

Vi ho già raccontato di Autogrill in un post di qualche mese fa (qui), ma voi che mi conoscete bene sapete che ho sempre qualcosa in più da dire quando un argomento mi piace.

Eccomi infatti a parlarvi di una nuova iniziativa a cui ho partecipato nel pomeriggio del 17 maggio: il KIDS’ DAY organizzato da Autogrill.

Il kid’s Day di Autogrill

Si tratta di un importante progetto legato all’iniziativa Bimbi in Ufficio, sostenuto dal Ministero delle Pari Opportunità e promosso dal Corriere della Sera, durante il quale Autogrill ha accolto i figli dei circa 350 dipendenti della Sede centrale per consentire ai bambini di visitare e conoscere il luogo dove mamma e papà lavorano.

Quando sono arrivata all’evento mi hanno accolto un’aria serena, giocosa e due interi piani completamente dedicati ai bambini, persino nei colori allegri dell’arredamento perfettamente calibrato sulle necessità dei piccoli. Una sorta di grande ludoteca, con diversi spazi legati ai laboratori, dedicati a uno dei temi fondamentali per Autogrill: l’alimentazione.

Durante il Kids’ Day Autogrill ha quindi aperto le porte ai piccoli visitatori facendo mettere letteralmente le mani in pasta ai bimbi, coinvolgendoli nella preparazione di impasti e pizze.

È stato bello, poi, vedere i genitori tenere per mano i bimbi, accompagnarli estasiati e orgogliosi negli uffici di mamma e papà.

Il pomeriggio è proseguito con attività divertenti, come la riproduzione di alcune opere di Arcimboldo, divenuto da qualche anno un simbolo dell’alimentazione sana attraverso le sue opere che raffigurano frutta, verdura e fiori.

Autogrill

Un angolo baby, un angolo junior, trucca bimbi, tiro al bersaglio, tennis da tavolo e subbuteo sono solo alcune delle proposte per questa giornata che profumava di festa.

Il KIDS’ DAY si svolge ogni anno e ad ogni edizione i bimbi sono i protagonisti di attività divertenti e interessanti pensate per favorire l’aggregazione e per avvicinarsi o approfondire tematiche legate all’alimentazione.

Attività creative specifiche per ogni fascia di età vengono organizzate, supervisionate e svolte da personale qualificato che sa come conquistare i cuori e l’attenzione dei piccoli.

I kid’s Day promuovono un legame armonioso tra tempo libero e lavoro

I Kids’ Day vogliono contribuire a creare e promuovere un legame armonioso tra il tempo dedicato al lavoro (necessario) e quello dedicato al proprio nucleo familiare (imprescindibile), instaurando un rapporto saldo e positivo tra il dipendente e l’azienda. Ma tante sono le iniziative promosse da Autogrill in questo ambito.

Autogrill

Il Child Care: il campus estivo per i figli dei dipendenti di Autogrill

Legata all’iniziativa dei Kids’ Day ce n’è un’altra: il Child Care.

Si tratta di campus estivi organizzati nel periodo delle vacanze estive (Summer Camp), da luglio fino alla riapertura delle scuole.

Un servizio che l’azienda offre alle famiglie dei propri dipendenti, in modo da poter aggiungere ulteriore serenità al lavoro e, conseguentemente, alle famiglie.

Dal 1 luglio al 9 agosto e poi, nuovamente, dal 26 agosto al 6 settembre, bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni potranno restare nella struttura e frequentare corsi ludico formativi dalle 8 alle 19, partecipando a laboratori e attività negli spazi dell’azienda. A gestire l’iniziativa sarà Baby&Job, società specializzata in servizi per l’infanzia che si rivolge ad aziende ed enti pubblici.

Il progetto educativo si fonda su principi di Edutainment: gioco e divertimento vanno a pari passo con scopi come l’educazione e l’apprendimento. Ogni settimana, al Summer Camp, saranno proposti diversi temi sui quali si svilupperanno le attività. AlimentiAMOci, per esempio, è un laboratorio in cui i bimbi apprenderanno i principi di una sana e corretta alimentazione attraverso il gioco, l’arte e il divertimento.

Fin qui abbiamo parlato soprattutto della stagione estiva, ma il centro resterà aperto anche nei periodi dell’anno in cui i genitori/dipendenti hanno maggiore necessità, come durante i così detti ponti delle festività.

Autogrill

Il welfare dei dipendenti Autogrill

Prendersi cura delle famiglie dei dipendenti, tenendo conto degli aspetti sociali e ambientali che caratterizzano le vite di moltissime persone, è un impegno che Autogrill porta avanti con l’intento di valorizzare ogni singolo collaboratore con un aiuto nella gestione della complessa quotidianità di una famiglia.

Credo che tutti siate d’accordo con me: se si lavora in un bell’ambiente e in un clima sereno si lavora meglio e più volentieri. Allo stesso modo, se avvertiamo nei nostri confronti attenzione e interesse da parte dell’azienda per cui lavoriamo, risulta molto più gratificante e semplice lavorare bene e con maggiore entusiasmo.

Giulia e Vittoria sono nate nel periodo in cui lavoravo per un’agenzia di comunicazione. In quel periodo gli orari erano folli, lo stress altissimo e le aspettative delle persone per cui lavoravo erano sempre altissime senza la minima attenzione o tolleranza riguardo i miei nuovi bisogni di mamma con due gemelle neonate.

Non è un caso che nel giro di un anno io mi sia licenziata e abbia iniziato la mia nuova vita da libera professionista. Ora penso che, se avessi avuto la fortuna di lavorare per una società vicina alle famiglie come Autogrill, le cose sarebbero andate diversamente. Non mi sarei mai sentita giudicata e abbandonata a me stessa dall’azienda a cui dedicavo la maggior parte della mia giornata.

Autogrill

Nel periodo precedente al Kids’ Day di quest’anno, ho avuto modo di farvi qualche domanda sui social così da capire come riuscite a gestire vita lavorativa e vita privata mantenendo un buon equilibrio.

In moltissimi mi avete scritto dicendo che se non ci fossero tate o nonni a darvi una mano sareste nel caos più completo, e che l’idea che esistano realtà lavorative che si dedicano con attenzione alle esigenze familiare dei dipendenti sembra un sogno, più che il resoconto di una realtà effettiva e possibile.

In Autogrill, per esempio, le iniziative legate al welfare sono considerate prioritarie, e proprio per questo motivo le persone sono sempre poste al centro dell’interesse aziendale.

Su questo punto l’azienda ha deciso di investire energie e risorse in attività e strumenti di welfare (benefit che riguardano il tempo libero, la mobilità, i servizi per la famiglia, l’assistenza sanitaria e della cura alla persona, la ristorazione…).

Non sono ancora molte le aziende che dedicano tanta attenzione alla soddisfazione personale dei collaboratori, ma Autogrill lo fa e credo che sia un valore aggiunto incredibilmente positivo.

Chissà, la speranza è che aziende come questa riescano a dare il buon esempio e ad aprire la strada a tante altre realtà simili.

 

Ti è piaciuto questo post? Spero di sì!

Qui ne trovi altri:

La mia Milano: tour della città nei miei posti del cuore 

L’importanza dell’inglese quando si viaggia

Hawaiian Tropic: il profumo dell’estate! 

Lo spazzolino elettrico è più efficace su denti e gengive

HOUZZ: l’articolo pubblicato sulla nostra cucina

Francesca Guatteri

L'autore

Francesca Guatteri